Analisi del degrado

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

2009 PD, Galliera Veneta, Villa Imperiale

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

La porzione oggetto d’intervento, da tempo defunzionalizzata all’utilizzo ospedaliero, risulta oggi in totale abbandono e profondamente degradata in tutte le sue strutture, con situazioni vistose che fanno paventare il rischio per la pubblica incolumità.
Un recente intervento di restauro dei prospetti esterni, operato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio, ha inoltre permesso il ripristino dell’originaria organizzazione delle facciate e delle forometrie di questa porzione di complesso, restituendo a questi corpi di fabbrica una forte dignità architettonica, negata dall’ultimo intervento di trasformazione della metà del XX secolo.

La porzione occidentale del complesso, nonostante le molte trasformazioni operate nel corso del tempo, conserva ancora un’ampia monumentalità. Le superfici murarie antiche richiedono interventi manutentivi propri del restauro, quali la rimozione di elementi e rifiniture incompatibili, il consolidamento delle murature, la ristilatura dei giunti, ecc.

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado, che ha consentito l’individuazione e la mappatura precisa ed efficace di tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando parallelamente le metodologie ed i prodotti di maggior efficacia disponibili per la risoluzione delle patologie.
Dall’analisi delle patologie e dall’analisi stratigrafica delle murature sono state così ottenute le informazioni di base su cui è stato possibile operare le successive scelte progettuali.

Visualizza progetto completo

2012 TN, Campodenno, Castel Belasi, in corso
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado per  individuare e mappare tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando paralle...() Approfondisci

2003 PD, Padova, Basilica S. Giustina,museo
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Intervento di recupero e musealizzazione delle porzioni paleocristiane e medievali del complesso. Realizzazione di un percorso interno di visita. ...() Approfondisci

2007 PD, Padova, Basilica S. Giustina, coro vecchio
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Restauro conservativo degli intonaci, degli affreschi, del coro ligneo ed adeguamento impiantistico dell’edificio medioevale denominato ’coro vecchio’ ...() Approfondisci

…io credo soltanto nella iniziativa senza aggettivi, nella iniziativa di tutti. È l’iniziativa che crea la ricchezza, che aumenta il reddito, che apre nuovi posti di lavoro, che stimola il benessere di tutto il paese. Ho l’impressione che in Italia ci sia del lavoro per tutti; un lavoro immenso e che il nostro sia il campo probabilmente più importante, in cui gli scienziati, i tecnici, gli uomini responsabili del nostro devono interessarsi.

Enrico Mattei. San Donato Milanese (Metanopoli) 1 gennaio 1958. Discorso per l’inaugurazione della Scuola di Studi superiori sugli Idrocarburi

Analisi del degrado

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

2009 PD, Galliera Veneta, Villa Imperiale

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

La porzione oggetto d’intervento, da tempo defunzionalizzata all’utilizzo ospedaliero, risulta oggi in totale abbandono e profondamente degradata in tutte le sue strutture, con situazioni vistose che fanno paventare il rischio per la pubblica incolumità.
Un recente intervento di restauro dei prospetti esterni, operato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio, ha inoltre permesso il ripristino dell’originaria organizzazione delle facciate e delle forometrie di questa porzione di complesso, restituendo a questi corpi di fabbrica una forte dignità architettonica, negata dall’ultimo intervento di trasformazione della metà del XX secolo.

La porzione occidentale del complesso, nonostante le molte trasformazioni operate nel corso del tempo, conserva ancora un’ampia monumentalità. Le superfici murarie antiche richiedono interventi manutentivi propri del restauro, quali la rimozione di elementi e rifiniture incompatibili, il consolidamento delle murature, la ristilatura dei giunti, ecc.

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado, che ha consentito l’individuazione e la mappatura precisa ed efficace di tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando parallelamente le metodologie ed i prodotti di maggior efficacia disponibili per la risoluzione delle patologie.
Dall’analisi delle patologie e dall’analisi stratigrafica delle murature sono state così ottenute le informazioni di base su cui è stato possibile operare le successive scelte progettuali.

Visualizza progetto completo

2012 TN, Campodenno, Castel Belasi, in corso
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado per  individuare e mappare tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando paralle...() Approfondisci

2003 PD, Padova, Basilica S. Giustina,museo
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Intervento di recupero e musealizzazione delle porzioni paleocristiane e medievali del complesso. Realizzazione di un percorso interno di visita. ...() Approfondisci

2007 PD, Padova, Basilica S. Giustina, coro vecchio
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Restauro conservativo degli intonaci, degli affreschi, del coro ligneo ed adeguamento impiantistico dell’edificio medioevale denominato ’coro vecchio’ ...() Approfondisci

Analisi del degrado

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

2009 PD, Galliera Veneta, Villa Imperiale

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

La porzione oggetto d’intervento, da tempo defunzionalizzata all’utilizzo ospedaliero, risulta oggi in totale abbandono e profondamente degradata in tutte le sue strutture, con situazioni vistose che fanno paventare il rischio per la pubblica incolumità.
Un recente intervento di restauro dei prospetti esterni, operato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio, ha inoltre permesso il ripristino dell’originaria organizzazione delle facciate e delle forometrie di questa porzione di complesso, restituendo a questi corpi di fabbrica una forte dignità architettonica, negata dall’ultimo intervento di trasformazione della metà del XX secolo.

La porzione occidentale del complesso, nonostante le molte trasformazioni operate nel corso del tempo, conserva ancora un’ampia monumentalità. Le superfici murarie antiche richiedono interventi manutentivi propri del restauro, quali la rimozione di elementi e rifiniture incompatibili, il consolidamento delle murature, la ristilatura dei giunti, ecc.

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado, che ha consentito l’individuazione e la mappatura precisa ed efficace di tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando parallelamente le metodologie ed i prodotti di maggior efficacia disponibili per la risoluzione delle patologie.
Dall’analisi delle patologie e dall’analisi stratigrafica delle murature sono state così ottenute le informazioni di base su cui è stato possibile operare le successive scelte progettuali.

Visualizza progetto completo

2012 TN, Campodenno, Castel Belasi, in corso
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado per  individuare e mappare tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando paralle...() Approfondisci

2003 PD, Padova, Basilica S. Giustina,museo
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Intervento di recupero e musealizzazione delle porzioni paleocristiane e medievali del complesso. Realizzazione di un percorso interno di visita. ...() Approfondisci

2007 PD, Padova, Basilica S. Giustina, coro vecchio
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Restauro conservativo degli intonaci, degli affreschi, del coro ligneo ed adeguamento impiantistico dell’edificio medioevale denominato ’coro vecchio’ ...() Approfondisci

Analisi del degrado

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

2009 PD, Galliera Veneta, Villa Imperiale

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

La porzione oggetto d’intervento, da tempo defunzionalizzata all’utilizzo ospedaliero, risulta oggi in totale abbandono e profondamente degradata in tutte le sue strutture, con situazioni vistose che fanno paventare il rischio per la pubblica incolumità.
Un recente intervento di restauro dei prospetti esterni, operato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio, ha inoltre permesso il ripristino dell’originaria organizzazione delle facciate e delle forometrie di questa porzione di complesso, restituendo a questi corpi di fabbrica una forte dignità architettonica, negata dall’ultimo intervento di trasformazione della metà del XX secolo.

La porzione occidentale del complesso, nonostante le molte trasformazioni operate nel corso del tempo, conserva ancora un’ampia monumentalità. Le superfici murarie antiche richiedono interventi manutentivi propri del restauro, quali la rimozione di elementi e rifiniture incompatibili, il consolidamento delle murature, la ristilatura dei giunti, ecc.

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado, che ha consentito l’individuazione e la mappatura precisa ed efficace di tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando parallelamente le metodologie ed i prodotti di maggior efficacia disponibili per la risoluzione delle patologie.
Dall’analisi delle patologie e dall’analisi stratigrafica delle murature sono state così ottenute le informazioni di base su cui è stato possibile operare le successive scelte progettuali.

Visualizza progetto completo

2012 TN, Campodenno, Castel Belasi, in corso
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado per  individuare e mappare tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando paralle...() Approfondisci

2003 PD, Padova, Basilica S. Giustina,museo
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Intervento di recupero e musealizzazione delle porzioni paleocristiane e medievali del complesso. Realizzazione di un percorso interno di visita. ...() Approfondisci

2007 PD, Padova, Basilica S. Giustina, coro vecchio
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Restauro conservativo degli intonaci, degli affreschi, del coro ligneo ed adeguamento impiantistico dell’edificio medioevale denominato ’coro vecchio’ ...() Approfondisci

Noi siamo come dei nani sulle spalle dei giganti. Vediamo quindi un numero maggiore di cose degli antichi, perché essi ci sollevano e ci innalzano di tutta la loro gigantesca altezza.

Bernardo di Chartres

Analisi del degrado

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

2009 PD, Galliera Veneta, Villa Imperiale

Restauro per la rifunzionalizzazione della porzione ovest del complesso della villa ad uso pubblico comunale per biblioteca, centro culturale e museo

La porzione oggetto d’intervento, da tempo defunzionalizzata all’utilizzo ospedaliero, risulta oggi in totale abbandono e profondamente degradata in tutte le sue strutture, con situazioni vistose che fanno paventare il rischio per la pubblica incolumità.
Un recente intervento di restauro dei prospetti esterni, operato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio, ha inoltre permesso il ripristino dell’originaria organizzazione delle facciate e delle forometrie di questa porzione di complesso, restituendo a questi corpi di fabbrica una forte dignità architettonica, negata dall’ultimo intervento di trasformazione della metà del XX secolo.

La porzione occidentale del complesso, nonostante le molte trasformazioni operate nel corso del tempo, conserva ancora un’ampia monumentalità. Le superfici murarie antiche richiedono interventi manutentivi propri del restauro, quali la rimozione di elementi e rifiniture incompatibili, il consolidamento delle murature, la ristilatura dei giunti, ecc.

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado, che ha consentito l’individuazione e la mappatura precisa ed efficace di tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando parallelamente le metodologie ed i prodotti di maggior efficacia disponibili per la risoluzione delle patologie.
Dall’analisi delle patologie e dall’analisi stratigrafica delle murature sono state così ottenute le informazioni di base su cui è stato possibile operare le successive scelte progettuali.

Visualizza progetto completo

2012 TN, Campodenno, Castel Belasi, in corso
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Il progetto di conservazione ha preso avvio da una dettagliata analisi del degrado per  individuare e mappare tutti i fenomeni degenerativi in atto, identificando paralle...() Approfondisci

2003 PD, Padova, Basilica S. Giustina,museo
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Intervento di recupero e musealizzazione delle porzioni paleocristiane e medievali del complesso. Realizzazione di un percorso interno di visita. ...() Approfondisci

2007 PD, Padova, Basilica S. Giustina, coro vecchio
Analisi del degrado

Analisi del degrado

Restauro conservativo degli intonaci, degli affreschi, del coro ligneo ed adeguamento impiantistico dell’edificio medioevale denominato ’coro vecchio’ ...() Approfondisci

…e sappiamo che facciamo solo il nostro dovere, che questo è il nostro compito e che dovremo fare molto di più, ma molto di più. Per questo facciamo assegnamento sui giovani, gli uomini di domani, che dovranno raccogliere la nostra bandiera ed andare avanti, nell’interesse del nostro Paese: affinché il nostro Paese possa contare qualche cosa domani, poiché non c’è indipendenza politica se non c’è indipendenza economica.

Enrico Mattei. San Donato Milanese (Metanopoli) 1 gennaio 1958. Discorso per l’inaugurazione della Scuola di Studi superiori sugli Idrocarburi